Rimini, lo dici e sorridi!

Fall foliage a Rimini e dintorni

L’autunno è la stagione più colorata dell’anno, quella in cui le sfumature del paesaggio sono più calde e vanno dal rosso al giallo al marrone all’arancio al viola.Uno spettacolo emozionante e poetico che ha il suo momento più intenso tra i mesi di ottobre e novembre. Anche sul nostro territorio ci suono luoghi perfetti dove ammirare il foliage e riempirsi gli occhi di questo fenomeno naturale così scenografico e stupefacente.

Le colline e le vallate alle spalle di Rimini – la Valmarecchia e la Valconca – sono ricche di luoghi dove immergersi nei colori più belli di questa stagione, di boschi, vigneti, sentieri e panorami che sorprenderanno anche lo sguardo più esigente. Cominciamo dalla Valmarecchia.

Tutta la vallata del fiume Marecchia è un’unico grande spettacolo, un susseguirsi di borghi, rocche e fortezze malatestiane che arriva ai confini della Toscana e regala scorci che sembrano dipinti. Questi paesaggi infatti fecero da sfondo a diversi capolavori di Piero della Francesca e proprio sulle orme del Maestro del Rinascimento possiamo muoverci alla ricerca delle tinte più belle. L’incanto della Madonna di Saiano, uno dei luoghi prediletti del poeta Tonino Guerra, i boschi tra la rocca di Maioletto e San Leo, il borgo medievale di Petrella Guidi e l’abitato di Perticara, circondato da boschi dove si snodano sentieri e percorsi perfetti per la mountain bike.

 

Non è semplice stilare una classifica ma questi sono sicuramente tra i luoghi più suggestivi della valle dove osservare le palette autunnali più intense. Spostandoci in Valconca vi segnaliamo il Parco naturale del Marano nei dintorni del Comune di Coriano, colline dove si rincorrono i vigneti dalle sfumature oro, magenta e bordeaux e si può
approfittare per una piacevole degustazione in cantina. Poco più sud troviamo l’Oasi faunistica e osservatorio ornitologico del Conca, un’area protetta di oltre 700 ettari che si estende da Cattolica fino a Morciano e San Clemente, uno dei posti migliori per camminare o fare un giro in bici ammirando il foliage e le tante specie di uccelli che abitano l’oasi tra cui la cicogna bianca, la cicogna nera, la spatola, il pellicano, l’airone bianco maggiore.

Il bel borgo di Mondaino è circondato da un arboreto che raccoglie moltissime specie arboree e 7 percorsi – L’impronta, Lo sguardo, L’ombra, Il silenzio, Il fosso, Il vento, Il nascondiglio – mentre la splendida rocca di Montefiore sorge in mezzo a un imperdibile castagneto che oltre alle infinite sfumature delle foglie offre anche frutti prelibati che si raccolgono proprio nel mese di ottobre e a cui è dedicata una storica sagra. Ma se non ci si vuole spostare nemmeno di pochi chilometri anche la città di Rimini si colora d’autunno, in particolare in tre luoghi: il colle di Covignano, tra dimore storiche, antiche chiese e sentieri panoramici; il parco Marecchia, con la sua ciclabile che dal Ponte di Tiberio porta fino a Verucchio e Novafeltria, e il parco del Palacongressi, con il laghetto, i ponticelli e l’imbarazzo della scelta su dove sostare per scattare la foto ricordo più bella.

Il foliage, oltre a colori magnifici, offre anche l’occasione per fare attività all’aria aperta, dal trekking alla mountain bike, all’e-bike, dalle camminate fotografiche all’andar per sagre e tipicità, fino alle numerose proposte enogastronomiche che si incontrano in questo territorio, dalle degustazioni in cantina – come si diceva – ai prodotti d’autunno da gustare nei ristoranti tra mare e colline, dal locale tradizionale allo stellato. Tutte le experience le trovate qui sul sito di Visit Rimini.