Rimini, lo dici e sorridi!

Chiesa di S. Bernardino

La chiesa di San Bernardino, parte del complesso conventuale di San Bernardino, sorge nell’omonimo vicolo nel centro della città di Rimini. Dell’antico convento, risalente al XVIII secolo, resta solo un’ala, mentre il resto dell’edificio crollò durante un bombardamento della seconda guerra mondiale avvenuto nel 1943.
La chiesa venne eretta intorno al 1670 e fu consacrata nel 1761 dal cardinale Lodovico Valenti, vescovo di Rimini, dopo il rifacimento in stile barocco dell’architetto Giovan Francesco Bonamici, in seguito ai danni subiti dal terremoto del 1672. È l’ultima opera dell’architetto Bonamici.
All’esterno sono collocate in due distinte nicchie statue in stucco realizzate da Carlo Sarti nel 1765. All’interno della chiesa, negli altari laterali, ci sono cinque antiche tele raffiguranti, rispettivamente, San Bernardino da Siena (realizzata da Giovanni Laurentini detto l’Arrigoni nel 1600), Santa Margherita da Cortona (realizzata da Ercole Graziani nel 1752), San Francesco che riceve le stimmate, San Diego d’Alcalà e San Giovanni da Capestrano, (tutte e tre realizzate da Donato Creti tra il 1732 e il 1746). In alto, sopra l’ingresso principale, di fronte all’altare maggiore, è collocato uno dei più antichi organi della regione.