Rimini, lo dici e sorridi!

Piazza sull’Acqua

Un meraviglioso punto naturalistico dal quale ammirare l’imponenza del bimillenario Ponte di Tiberio. La Piazza sull’Acqua è oggi uno dei luoghi simbolo di Rimini. Costituisce un trait-d’union scenografico tra l’ultimo tratto del fiume Marecchia, che è stato deviato più a nord negli anni Venti, e il Parco XXV aprile (o parco Marecchia), ricavato dall’antico sedime del fiume. La nuova sistemazione crea uno specchio d’acqua che riflette l’antico ponte, generando affascinanti effetti di luce a tutte le ore.

La piazza, caratterizzata da una speciale pavimentazione galleggiante che consente il flusso delle acque, è spesso teatro di eventi culturali e sportivi aperti al pubblico. Tutt’intorno allo specchio d’acqua sono sistemate le gradinate, che rievocano l’assetto degli antichi anfiteatri romani.

Sul muro di contenimento dal lato del Borgo San Giuliano, si trova il murale degli anni Novanta realizzato da Ericaeilcane, che ritrae il gallo romagnolo e il pavone che si affrontano. Da un lato il gallo che è tra gli elementi decorativi più diffusi inseriti nella caveja (ovvero il perno inserito nel timone del carro per trattenere il giogo), considerata il simbolo della Romagna per eccellenza. Dall’altro il pavone, cioè la raffigurazione dell’uccello nobile che apre la propria ruota sulla fontana della Pigna nell’Amarcord felliniano, ma anche a ricordo di quello che proprio accanto al Ponte ha vissuto realmente in passato. Uno scontro dal valore simbolico a cui l’artista ha inteso conferire il tratto e il cromatismo che hanno reso celebre l’opera in tutto il mondo.

A ridosso della Piazza sull’acqua si trova il Parco XXV aprile, il più grande polmone verde della città, dove si trovano molte strutture per il fitness e il relax. Da qui si diramano numerosi percorsi ciclabili immersi nella natura, che portano comodamente ai borghi del territorio riminese.

shopping a Rimini