Rimini, lo dici e sorridi!

Best of di Artribune 2021: Rimini migliore grande città dell’anno

La prestigiosa rivista incorona la città

La prestigiosa rivista Artribune anche per il 2021 ha stilato la classifica di coloro che maggiormente si sono distinti con la propria ricerca nella scena dell’arte e della cultura contemporanea.

La città di Rimini è stata riconosciuta come migliore grande città dell’anno.

“Semplicemente incredibile – scrive la redazione di Artribune per spiegare la motivazione della scelta – quel che si è riuscito a fare a Rimini. Una svolta fino al punto da sovvertire il percepito di una città che sino a qualche anno fa era solo riviera e divertimento. Rimini ha aggiunto alla sua identità, nota in tutt’Europa, quella di credibilissima città d’arte e lo ha fatto puntando sui musei (quello su Fellini o il Part), sul teatro, sull’urbanistica trasformando il lungomare”.

E prosegue:  “Aggiungici il ruolo trainante della Fiera, la crescita della gastronomia (vi dice nulla l’evento Al Meni?) e crescenti investimenti su infrastrutture, turismo e trasporti e hai come risultato una città attrattiva su tutti i fronti”.

A questo importante riconoscimento si aggiunge quello dedicato al Fellini Museum, inserito nella classifica dei 10 migliori nuovi musei inaugurati nel mondo nel 2021.

Il Fellini Museum è stato scelto, unica istituzione museale italiana insieme al Maxxi de L’Aquila, fra i 10 migliori nuovi poli di interesse culturale nelle metropoli internazionali.

La classifica è il frutto di una ricerca che ha ripercorso tutto ciò che in questo secondo anno di pandemia è avvenuto di rilevante nell’ambito museale mondiale sotto la lente d’ingrandimento dell’architettura. Una ricognizione che ha portato il team di esperti di arte e cultura contemporanea a scegliere il nuovo spazio museale riminese per le sue caratteristiche uniche al mondo per architettura e sostanza. Una chiave che apre la porta dell’immaginazione, attraverso un museo/non museo costruito fisicamente sulla traiettoria di sviluppo di una città intera sul fronte del recupero di contenitori e ragioni artistiche e creative nell’ambito delle dinamiche dello sviluppo e della crescita della comunità.

“Con la recente entrata in attività della terza sede – scrive Valentina Silvestrini, coordinatrice della sezione architettura della testata – del Palazzo del Fulgor, si è definitivamente formato il polo museale diffuso che Rimini ha scelto di intitolare a uno dei suoi più illustri cittadini: Federico Fellini. (…) L’aspetto vincente? L’aver inteso l’omaggio al cineasta non nell’accezione di “opera in sé conclusa”, ma come eredità viva in grado di propagare la propria eco in più luoghi del centro città. Piazza Malatesta inclusa, che così diviene l’epicentro del nuovo “ecosistema culturale” riminese, insieme al Teatro Galli e al PART – Palazzi dell’Arte Rimini”.

A questo link la classifica 2021.