Rimini, lo dici e sorridi!

Rimini punta sulla mobilità elettrica

La città sempre più impegnata sulla sostenibilità ambientale

La mobilità elettrica arriva a Rimini grazie a un servizio di scooter sharing a marchio MiMoto by Helbiz e una capillare rete di ricarica.

L’iniziativa si inserisce all’interno di un progetto più ampio che punta a sviluppare e diffondere la mobilità elettrica:  dopo i monopattini in condivisione saranno circa 50 mezzi gli scooter 100% elettrici inizialmente a disposizione di residenti e ospiti di Rimini e oltre 370 punti di ricarica già attivi in Emilia-Romagna, dei quali 84  a Rimini di cui 8 in fase di attivazione.

La città di Rimini si conferma quindi innovatrice e pioniera della mobilità elettrica puntando su sostenibilità ambientale, sharing economy e smart mobility come chiave per migliorare la qualità della vita, le abitudini di spostamento delle persone e l’ambiente.

Servizi che fanno parte di un percorso che Rimini ha imboccato già da anni e che vede l’ambiente, la riconquista degli spazi urbani e la rigenerazione in chiave green come fattori strategici per lo sviluppo turistico e quindi economico della città: meno smog e meno auto, più benessere e più spazio.

La partnership con Be Charge consentirà inoltre di promuovere il noleggio dei mezzi con maggiore capillarità su tutto il territorio e di offrire servizi a valore aggiunto. Fra questi anche una modalità Usa lo sharing durante il tempo di ricarica dell’auto che porta il concetto di intermodalità a un livello sempre concreto in termini di efficienza e sostenibilità.

Il servizio è accessibile a chiunque scarichi l’app MiMoto, disponibile per iOS e Android: dall’interfaccia dell’applicazione si cerca l’eScooter più vicino, lo si prenota e si effettua la corsa a un costo di 0,35 euro al minuto, di 14,90 euro all’ora o di 59 euro per l’intera giornata. Ogni scooter MiMoto è omologato per due passeggeri e ha in dotazione nel bauletto due caschi di misure diverse dotati di profumatori igienizzanti, cuffiette igieniche usa e getta e una schiuma per caschi auto asciugante per la sicurezza degli utenti.

Per effettuare una ricarica alle stazioni di ricarica Be Charge è sufficiente installare e registrarsi sull’App BeCharge scaricabile gratuitamente dagli AppStore Google Play e Apple App Store. Attraverso l’App è inoltre possibile visualizzare la mappa di tutte le stazioni di ricarica Be Charge sul territorio, verificare la disponibilità in tempo reale e la tipologia di presa dei vari punti di ricarica, oltre che il prezzo in €/kWh erogato.

Il costo della ricarica verrà direttamente addebitato sulla carta di credito associata all’account dell’utente. Se il dispositivo è dotato di navigatore (Google Maps o Mappe di Apple) è inoltre possibile ottenere le istruzioni di guida per raggiungere le singole stazioni di ricarica. Una volta attivata la ricarica è possibile monitorarne l’avanzamento direttamente dall’App. Il call center è sempre disponibile 24/7.

 

Dal 28 giugno arriva Corrente, il car sharing a flusso libero 100% elettrico del Gruppo TPER.

Dopo Bologna, Ferrara e Casalecchio di Reno (Bo) anche il comune di Rimini diventa zona di prelievo e rilascio per le Renault Zoe 100% elettrico che si prenotano e guidano semplicemente scaricando una app.

Corrente è il primo Car Sharing in Italia a consentire di aprire la corsa in una città e chiudere la corsa in una città diversa, un’opportunità sia per i residenti nei comuni di Bologna, Ferrara e Casalecchio di Reno, sia per i cittadini riminesi oltre che per i tantissimi che ogni anno scelgono la nostra città per le proprie vacanze.

Sarà infatti possibile venire in vacanza a Rimini direttamente da Bologna o da Ferrara aprendo la corsa nella città di residenza e chiudendola nella città di mare per poi prenotare una vettura per il ritorno sapendo che anche per gli spostamenti durante la vacanza sarà possibile scegliere Corrente pagando solamente il tempo di utilizzo effettivo.

Le Zoe elettriche hanno un’autonomia di oltre 300 chilometri; è possibile prenotare la corsa direttamente dal proprio smartphone e pagare con addebito su carta di credito.

A Rimini Corrente arriva con 50 vetture che si sommano alle 335 attive sulle altre città.

Per guidare Corrente è sufficiente sbloccare l’auto, pagare solamente il tempo di effettivo utilizzo e chiudere poi la corsa rientrando nell’area di copertura. Esistono anche tariffe flat giornaliere, settimanali e mensili con cavo di ricarica.

Corrente a Bologna, Ferrara e Rimini non paga la sosta sulle strisce blu e, a Bologna e Ferrara, consente di transitare liberamente nelle zone a traffico limitato e nelle corsie preferenziali.