Rimini, lo dici e sorridi!

Biblioteca Civica Gambalunga

La Biblioteca Civica Gambalunga, è collocata all’interno dell’omonimo Palazzo della famiglia di Alessandro Gambalunga, un mecenate appassionato delle lettere, che lasciò l’edificio in eredità al Comune di Rimini nel 1617.
Il patrimonio bibliografico della biblioteca ammonta a 286.525 volumi. La Gambalunga è celebre per i preziosi codici (ne conserva oggi 1350, fra i quali due autografi dell’umanista Basinio da Parma, il De Civitate Dei scritto per Pandolfo Malatesta, e il cosiddetto ’gradenighiano’ della Commedia dantesca) e per i numerosi fondi bibliografici e documentari speciali in essa conservati (tra cui l’interessante Archivio fotografico).
Il patrimonio audiovisivo e bibliografico della Cineteca è composto da oltre 16.000 documenti. Il patrimonio bibliografico della Sezione ragazzi ammonta ad oltre 20.000 documenti.
La Biblioteca Gambalunga rappresenta un rarissimo esempio di biblioteca privata lasciata ad un uso pubblico
Una piccola curiosità geografica degna di nota: sono esposti due mappamondi lignei dove non vi è traccia dell’Australia in quanto ancora non scoperta.