Rimini, lo dici e sorridi!

Palazzo Lettimi

Nel cuore del Centro cittadino, tra le vie dello shopping e della movida, ai più attenti non sfuggirà un lungo prospetto diroccato di facciata “a scarpa” dalle chiare fattezze rinascimentali e dalle cui finestre prive di infissi fuoriescono rami di piante e vegetazione. È ciò che resta di uno dei palazzi cinquecenteschi più belli Rimini: il Palazzo Lettimi. Costruito agli inizi del ‘500 da Carlo Maschi, importante uomo di governo della città, nel 1770 passò  in possesso alla famiglia Lettimi che un secolo dopo lo donò all’amministrazione comunale divenendo la sede dell’omonimo Liceo musicale (oggi in altra sede). Dopo le devastazioni belliche (l’isolato è stato completamente sventrato dai bombardamenti), il Palazzo Lettimi resta uno dei pochi immobili storici della città ancora da restaurare. Esistono diversi progetti in merito ad una sua futura destinazione, tuttavia per il momento si è comunque voluto recuperare l’intero lotto mettendolo in sicurezza e adibendolo ad area verde urbana. Un’idea semplice, ma non priva di suggestioni: varcando il bel portale rinascimentale ancora in piedi, infatti, è come accedere a un luogo inaspettato quanto insolito: un vero e proprio giardino segreto conservato nel cuore della città in cui godersi qualche attimo di relax nel silenzio delle vestigia e immersi nella vegetazione.